earth overshoot day

Earth Overshoot Day: il 2018 è già finito – per l’ecosistema

Salute e Benessere

Si chiama Earth Overshoot Day, ed è il giorno x che ogni anno – purtroppo – viene anticipato: è il giorno in cui la Terra ha esaurito tutte le risorse per l’anno in corso. Quest’anno è stato il 1 Agosto, l’anno scorso è stato il 2. Anche se sembra poco, in realtà uno slittamento di un giorno è il segno tangibile della rovina a cui stiamo sottoponendo il nostro pianeta. Stiamo consumando molto più di quello che dovremmo, e a ritmi spaventosi: tra meno di 200 anni, potremmo arrivare alla fine di ogni risorsa.

Earth Overshoot Day: il calcolo dei consumi

Per darvi un’idea di cosa significhi uno slittamento di un giorno intero, ecco la formula per il calcolo:

EOD = BIO / HEF x 365

BIO sta per la biocapacità annuale della Terra, ovvero le risorse di un intero anno prodotte dal pianeta. HEF invece è l’impronta ecologica annuale dell’umanità, ovvero quanto consumiamo. Al momento, stiamo consumando 1.7 Terre, quindi più di “una terra e mezza” all’anno. Basta poco per capire che, entro il 2050, arriveremo a consumare energia e risorse pari a due Terre.

Tranne qualche piccola eccezione, a partire dagli anni Settanta l’EOD è sempre peggiorato, ma non è mai stato così presto. Ed è destinato ad avanzare sempre più, se non cambiamo drasticamente le nostre abitudini in tema di consumi e rispetto dell’ambiente.

Cosa possiamo fare per invertire la rotta

Ovviamente ridurre consumi e sprechi per cibo – carne ma anche frutta e verdura – e acqua è il primo passo. La realizzazione di smart cities efficienti dal punto di vista energetico è sicuramente un altro punto da raggiungere il prima possibile. Molto è stato fatto – soprattutto con la nascita e lo sviluppo di aziende di smaltimento rifiuti Brescia – ma la strada è ancora lunga e tortuosa.

E’ stato stimato che solo riducendo il consumo di carne – dal quale abbiamo un dispendio energetico anche per quanto riguarda l’allevamento ed i consumi degli stessi animali – si può tornare indietro di ben 5 giorni, posticipando così l’Earth Overshoot Day al 6 agosto. 5 giorni riducendo di metà il consumo globale di carne. La strada è ancora lunga per arrivare al 31 dicembre, ma sarebbe già qualcosa.

Occorre comunque considerare che non tutti i paesi consumano come gli altri: l’Italia, ad esempio, è uno dei paesi peggiori a livello mondiale per consumi e soluzioni ecologiche. Se tutto il mondo si comportasse come noi, consumeremmo oltre 2 Terre all’anno. Senza considerare rifiuti e sprechi di materiali ed energie rinnovabili che ancora oggi stentano a prendere piede definitivamente.

E’ ora di agire, adesso, prima che sia troppo tardi, e tornare a dare al pianeta una speranza per sopravvivere – e sopravviverci. Prima che l’ecosistema ci si rivolti contro.