mobili bagno curvi

Mobili bagno curvi: leggerezza e movimento

Design

Morbidezza, eleganza, sinuosità: i mobili bagno curvi hanno la capacità di movimentare l’ambiente bagno con stile e raffinatezza. Oltre a ciò, sono dei validi alleati per spazi ristretti: le variazioni di profondità consentono di recuperare spazio prezioso per il movimento, senza per questo ridurre la capacità contenitiva. Ecco alcuni esempi di mobili bagno curvi da cui trarre ispirazione per il tuo bagno.

Mobili bagno curvi: alcuni esempi

  • Mobile curvo unico

Un unico pezzo dal profilo morbido e deciso, una curva unica che abbraccia la struttura e amplia la capacità contenitiva del mobile. Questa tipologia di arredo è perfetta per bagni piccoli, dalle dimensioni ridotte o quadrati. Puntare sul colore ti permetterà di rendere il mobile meno anonimo e molto più attrattivo.

mobili bagno curvi
Mobile bagno curvo unico
  • Mobile bagno curvo simmetrico

La morbida curva centrale è incorniciata da una o entrambe le estremità lineari: un mobile che si sviluppa in orizzontale, per dare maggior spazio ai lati e mantenere una capacità contenitiva ottimale. Utile soprattutto in caso di vicinanza del mobile con la porta: il minor ingombro delle estremità facilita così il passaggio e l’apertura della porta stessa.

mobili bagno curvi
Mobile bagno curvo e lineare
  • Mobile bagno curvo con elementi lineari

In aggiunta alla base curvilinea, vani a giorno, scaffali e colonne che implementano in verticale la portata contenitiva. Continua così l’armonia della struttura, slanciata verso l’alto ed arricchita da forme inusuali. Uno specchio di grandi dimensioni aiuterà a rendere il bagno visivamente più ampio.

mobili bagno curvi
mobile bagno curvo con cassettoni verticali

Abbinamenti

Per valorizzare ancora di più le forme dei vostri mobili, l’ideale sarebbe optare per elementi d’arredo che seguano questa linea: specchi tondi o ondulati, radiatori design, porta-accappatoi e via dicendo. Sempre nel rispetto dell’armonia generale: il troppo stroppia, e anche in questo caso ci vuole poco per esagerare. L’importante è riuscire a mantenere il giusto equilibrio tra semplicità e movimento.